Cerca nel blog

martedì 1 ottobre 2013

La bisbetica domata a via Alesia e dintorni (zona Porta Metronia)

Come detto nel precedente post ci occupiamo ora del film La bisbetica domata di Federico Maria Poggioli ,film del 1942,con varie scene girate presso l'attuale via Alesia,largo Pannonia e via Gallia.E' un documento interessante per una zona che era stata edificata all'inizio del 900 con i tipici villini che caratterizzarono il periode della presenza di  Ernesto Nathan al campidoglio e pochi decenni dopo smantellati sconvolgendo l'aspetto urbanistico di ampi tratti della zona compresa fra via di porta latina e la zona di via Gallia via Pannonia di cui parleremo in questo post.Cominciamo con la sequenza iniziale del film,qui presente in un montaggio di due fotogrammi tratti dal film,lo sterrato dove si sta svolgendo una partita di pallone sara'poi via Alesia,sullo sfondo il "grattacielo"cosi viene chiamato nel film di via Licia

Nella seguente immagine estratta da un cinegiornale dell'archivio Luce relativo alla posa della prima pietra da parte di Mussolini per la costruzione del palazzo di largo Pannonia -Via Alesia,cinegiornale  del 1937 si vede il sopracitato grattacielo in costruzione,alle spalle di Mussolini,
Un altra immagine del villino in cui si svolge parte dell'inizio del film da un altra angolazione




Ancora lo stesso villino ripreso probabilmente da un appartamento del palazzo di via Licia,intorno altre palazzine poi abbattute.


Ancora una dello stesso luogo

Nel seguente montaggio una panoramica riassuntiva della zona




La seguente immagine estratta dal precedentemente citato cinegiornale mostra il plastico realizzato per presentare i lavori da eseguire,la foto è come gia detto del 1937,nel film del 1942 risultano gia costruite le palazzine di via Pannonia e parte dei primi piani dei due primi blocchi del palazzone di Largo Pannonia,una specie di alveare che prefigura le mostruosita'degli anni 60 e 70.





Di tale palazzone vediamo, in un immagine aerea eseguita dalla Raf in un volo di ricognizione su Roma del 1944,che a tale data erano stati costruiti solo i due primi blocchi,il resto evidentemente è stato aggiunto nel dopoguerra.






Torniamo al film,quest'altra immagine è la panoramica  di via Pannonia anche questa come le seguenti ottenuta unendo vari fotogrammi del film.






Quest'altra mostra la chiesa di largo Pannonia in costruzione








Unendo le due precedenti immagini otteniamo questo supermostro fotografico,che pero'rappresenta esattamente la zona da una prospettiva oggi non piu'visibile





Ci sono ora due scene girate sul terrazzo del villino,nella pima si vede il palazzo di via Licia


Nella seconda a far da sfondo una palzzina non piu'esistente e parte del complesso di via Illiria,come mostrato nel successivo ieri e oggi






Il seguente trittico mostra l'esterno del villino con sullo sfondo un altra palazzine presente tuttora in via Illira,di frone al complesso dell'immagine precedente.Dove passa il tram è via Gallia .Nel cerchio la collocazione del villino






Un montaggio esteso che mostra Via Gallia verso porta Metronia





Per finire vari estratti dal film,piu'o meno interessanti.Appena possibile carichero un filmato con montate tutte le scene relative a questo post,nonche il cinegiornale del Luce .


Largo Pannonia immagine "restored"da www.romasparita.eu


Via Illiria



Per veder un vecchio post su via Alesia,con la sequenza iniziale dei soliti ignoti cliccare qui

4 commenti:

carlo ha detto...

bravissimo! ottimo reportage!

appio-tuscolano ha detto...

Grazie .Ma Carlo Gale...i?

carlo ha detto...

no... :)

Anonimo ha detto...

Buongiorno ''Appio-Tuscolano'',
Le scrivo per ringraziarLa dello splendido lavoro che attua continuamente su questo fantastico blog,postando foto,piccoli filmati e informazioni davvero rare da trovare. Ho sempre frequentato ''Appio-Tuscolano e zone limitrofe'' in quanto appassionato della storia e dell'architettura del mio quartiere. Mi sono sempre sentito quasi in dovere,però,di contestarLe una piccola informazione presente su questa sezione ''La Bisbetica Domata a via Alesia e dintorni'' in riguardo agli ''alveari risalenti agli anni '60 e '70'' di largo Pannonia; come ben sappiamo,la zona adiacente porta Metronia ha da sempre subito cambiamenti e rimaneggiamenti,ed ognuno ha ovviamente il proprio pensiero su alcuni edifici in base ai propri gusti. In questo caso,le volevo comunque far presente che gli stabili di largo Pannonia a cui Lei si riferisce,non hanno nulla a che fare con gli anni '60 e '70,in quanto edificati tra gli anni '40 ed i primi anni '50 (la loro realizzazione era stata interrotta a causa del conflitto e da alcuni problemi finanziari). In secondo luogo,gli altri edifici mostrati nella foto del plastico,ricordano molto il complesso tra largo Pannonia,via Pannonia,la prima parte di viale Metronio,via Tracia e piazzale Metronio (tutti edifici di gran valore artistico in quanto edificati da alcuni dei più importanti architetti dell'epoca;inoltre,risalgono anch'essi ai primi anni '40 ed erano perfino apparsi su alcune riviste di architettura francesi,olandesi e tedesche). Ricapitolando,perciò,i blocchi di edifici a cui Lei si riferisce,non risalgono agli anni '60 e '70,insieme agli altri stabili sopra riportati. Detto ciò,La ringrazio per l'attenzione e le auguro buona giornata.