Cerca nel blog

venerdì 2 luglio 2010

Costruzione box in via Cesena

Alcune foto della manifestazione di giovedi 8 luglio
Per maggiori informazioni
www.comitatosangiovanni.it/






Torno ad occuparmi su'questo blog della questione della costruzione di box nel IX municipio,per segnalare cio'che sta avvenendo nell'area compresa fra Via Urbino e via Cesena,area mai edificata per problemi di natura idrogeologica,e che ora dovrebbe essere usata per la costruzione di un parcheggio su 3 piani,invece che usata come giardino.L'8 luglio ci sara un incontro con l'assessore Marchi al quale sarebbe il caso di partecipare numerosi.La questione della costruzione di box nel ix municipio sta'diventando insopportabile,sono previsti 14 pup,che peraltro non risolvono affatto il problema dei parcheggi o del traffico,ma aumentano solo il degrado della zona dove vengono costruiti dopo aver creato problemi per tutta la durata della loro realizzazione.Basta con questi speculatori che stanno effettuando il nuovo sacco di Roma stavolta sottoterra.


8 commenti:

appio-tuscolano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Si certo, meglio continuare a tenere migliaia di macchine sulla strada vero ?
Meglio non avere posto neanche per passare con una valigia vero ?
Le macchine devono stare SOTTO TERRA, come in tutte le citta' civili-
La strada non è un parcheggio a sbafo !

appio-tuscolano ha detto...

Ciao anonimo pensi davvero che qualche centinaia di box a 6000 euro a metro quadro,possano risolvere il problema del traffico o dei parcheggi?

Anonimo ha detto...

Scusa ma le auto dove dovremmo mettercele? io sono favorevolissimo ai parcheggi sotterranei. Per risolvere il problema dei parcheggi ci vogliono appunto nuovi parcheggi e tolleranza-zero per la sosta selvaggia.

Magari ne facessero uno vicino casa mia :(

Anonimo ha detto...

Me so'rotto le palle de sti interventi superficiali e apparentemente pieni di buon senso.Te cel'hai 80000 euro per comprare un box di 16 metri quadri?
Complessivamente i box che verrano realizzati qui nel IX municipio saranno ampiamente meno di 10'000,non ne so'il numero esatto,ma dato che gli abbitanti del suddetto municipio sono 130.000 e passa e dato che almeno 100.000 c'hanno la macchina ,piu'tutti quelli che passano nelle strade del ix municipio quelli che ci vengono a lavorare ecc.Alla fine c'avrai un traffico di 200.000 auto e tu pensi di risolvere il problema del traffico e dei parcheggi co sti box costosissimi che stanno costruendo?Ma allora come mai non ti chiedi perche non vengono realizzati parcheggi liberi o a pagamento ma a rotazione?FOrse perche sono meno remunerativi? E non ti viene in mente che questa dei box sia l'ennesima speculazione,fatta passare usando anche quelli che come te parlano senza prima essersi ben informati?

Anonimo ha detto...

10.000 su 100.000 significa che togli il 10% di auto dai marciapiedi e non mi sembra un cattivo risultato. Di quelli che passano per il municipio me ne frega poco considerando che il giorno c'è parcheggio, i problemi sono la sera quando tornano tutti a casa.

Certo che personalmente preferirei che tutti i parcheggi su strada fossero SOLO per residenti, ma mi sembra che qui la tendenza sia diversa con i prezzi delle strisce blu che scendono.

Il discorso degli 80.000€ non ha senso, se non li venderanno tutti abbasseranno il prezzo pur di farlo e vedrai che tutti i 10.000 saranno venduti se li hanno costruiti.

Se poi mi chiedi se preferirei un numero maggiore di parcheggi a prezzo più basso è ovvio che ti dico di sì. Ma 10.000 parcheggi a 80.000€ sono certamente meglio del nulla più totale che c'è oggi.

ZioTom ha detto...

Vorrei inoltre ricordare che molti di quelli che comprano un box non lo usano come tale ma come magazzino o piccolo laborario, vanificandone il beneficio.

Anonimo ha detto...

La disponibilità di parcheggio è un attrattore di traffico. Quindi costruire parcheggi aumenta il numero di auto che convergono verso la zona, lasciando la situazione in superficie tale e quale, solo con più traffico, più smog, più inquinamento, più rumore e più polveri sottili.
Molte città nordeuropee e americane hanno deciso di scoraggiare la costruzione di parcheggi nei nuovi quartiere e porre dei limiti massimi al numero di posti auto disponibili. Le città invece che hanno scelto di costruire più parcheggi si sono trovati con un aumento delle auto in circolazione. Stoccolma,Copenhagen e Londra (San Francisco e Vancouver) hanno ridotto i parcheggi e visti i risultati positivi intendono accelerare su questa strada. Roma ha scelto l'esatto contrario.